Banner Cub
Logo Federazione
23 set 18
Il sindacato indipendente e di base      
Cartina Italia Cliccabile
Stampa Notizia

Pisa, 14 giugno. Assemblea "I lavoratori immigrati tra crisi economica e razzismo di stato"

In allegato il volantino


Pisa – mercoledì, 10 giugno 2009

La disoccupazione in Italia salirà all'8,8% nel 2009 e al 9,4% nel 2010 mentre già raddoppia il ricorso alla cassa integrazione.


Gli effetti devastanti di questa crisi colpiscono tutti i lavoratori, ma per i cittadini immigrati le conseguenze diventano veramente drammatiche
I lavoratori immigrati risultano  più penalizzati della crisi, perché oltre a perdere il lavoro, perdono anche il permesso di soggiorno.


Il governo Berlusconi ha stabilito che l’ unica emergenza in Italia riguarda la sicurezza, additando i cittadini immigrati con il permesso di soggiorno e quelli senza come persone destinate potenzialmente al crimine e alla delinquenza.

 
Le norme del Pacchetto sicurezza rendono impossibile la vita a chi viene in Italia nella speranza di  un qualche futuro migliore, a donne e uomini che ogni giorno popolano i cantieri edili di questo paese, che vengono sfruttati in nero in tanti posti di lavoro, che curano i familiari e le case di tanti italiani, ai quali saranno negati i diritti più elementari, dalla cura delle malattie all’istruzione per figli, arrivando a negare l’iscrizione all’anagrafe per i nati da immigrati irregolari.


Le misure del governo stanno trasformando questo paese  in uno dei più reazionari e razzisti d’ Europa: ronde, tentativi di trasformare i presidi ed i medici in spie, aumento dei tempi di permanenza nei CIE, che si assommano al licenziamento dei precari della Pubblica Amministrazione, alle privatizzazioni dei servizi pubblici, alla chiusura di fabbriche e aziende.


Noi cittadini e lavoratori immigrati ed italiani invitiamo a tutti alla mobilitazione, per combattere sia il precariato e la disoccupazione che per porre un freno a questa deriva xenofoba che oggi è diventata un modello di amministrazione a livello nazionale e  locale.



·    per la rottura netta del legame tra il permesso di soggiorno e il contratto di lavoro;


·    Allungamento a un anno dei permessi per attesa occupazione, considerata la crisi occupazionale che va di pari passo con l’aggravarsi della crisi economica;


·    Eliminazione del certificato di idoneità alloggiativa per la Carta di Soggiorno;


·    Convertibilità dei permessi di lavoro stagionali in permessi di soggiorno ordinari;


·    Estensione dell’indennità di malattia ai lavoratori domestici;


·    Regolarizzazione dei cittadini immigrati presenti in Italia e per chi denuncia situazioni di lavoro in nero;


·    Cassa integrazione almeno all’80% del salario per tutti i lavoratori/trici, precari compresi, continuità del reddito per i lavoratori “atipici”, con mantenimento del permesso di soggiorno per gli immigrati/e

 

INVITIAMO TUTTI A PARTECIPARE:

·    ASSEMBLEA PUBBLICA IL 14 GIUGNO ORE 17.00 presso il circolo agorà via Bovio, 50

Saranno presenti:  PAPE DIWE FIRENZE, MBAYE DIOP LIVORNO, ABEDIN SANTA CROCE, KHALII PISA, CHIEKH DIENG PONTEDERA,  PRESIDENTE DELLA (F.A.T) FIRENZE, MATAR NDIAYE PISA, MOHAMMAD KHALIL COMUNITA’ PALESTINESE PISA

·    PRESIDIO INFORMATIVO IL 19 GIUGNO ORE 18.00 P.zza del Carmine

 

Sportello Immigrati RdB Pisa

Rss

© 2008 CUB Confederazione Unitaria di Base - Via dell'Aeroporto n.129 - 00175 ROMA - centralino 06.762821 - fax 06.7628233

Powered by Typo3