Banner Cub
Logo Federazione
24 set 18
Il sindacato indipendente e di base      
Cartina Italia Cliccabile
Stampa Notizia

Pomigliano. Contro il rinnovo delle RSU muove l'armata FIOM-FIM-UILM-FISMIC. Leonardi partecipa all'assemblea Slai del 17 luglio


Pomigliano d'Arco – martedì, 30 giugno 2009

Pierpaolo Leonardi - coordinatore nazionale della RdB/CUB e della CUB - parteciperà all'assemblea del 17 luglio in solidarietà con lo Slai Cobas dell'Alfa di Pomigliano, contro lo scippo di democrazia che vogliono portare avanti FIOM-FIM-UILM-FISMIC negando il rinnovo delle RSU per paura della crescita del sindacalismo di base.

 

Riportiamo il comunicato dello Slai Cobas e l'agenzia con le dichiarazioni di Giannone (FIM-CISL).

 

 

FIAT ALFA ROMEO POMIGLIANO/ELEZIONI RSU RIMANDATE

I CONFEDERALI PUNTANO AL RINVIO A DATA DA DESTINARSI (“ALMENO UN ANNO”) DELLE ELEZIONI DELLE RSU. LO SOSTIENE GERARDO GIANNONE, CANDIDATO FIM, A FRONTE DI UN CONSENSO OPERAIO CHE SI PAVENTA DI MASSA ALLA LISTA SLAI COBAS



La commissione elettorale è riunita da ieri ‘ad oltranza’ all’interno della fabbrica a seguito della procedura avviata dallo Slai Cobas lo scorso  8 giugno e suffragata da 700 firme di lavoratori presentatori della lista per l’elezione delle RSU/RLS (iniziativa seguita a ruota da FIOM-FIM-UILM-FISMIC). Stamane le componenti in commissione di FIOM-FIM-UILM-FISMIC hanno respinto con voto a maggioranza la proposta della componente Slai Cobas di andare al voto nelle giornate del prossimo 20/21/22 luglio con la pretesa che occorrerebbero due settimane di lavoro continuo per poter svolgere le elezioni. Ciò in perfetta sintonia con le recenti dichiarazioni di tal Giannone del 14 luglio scorso, candidato nelle liste per la elezione delle RSU della FIM-CISL ed inoltre appartenente al cosiddetto “Cantiere comunista della Fiat Pomigliano”(sic!): …”a fronte della recente attivazione delle procedure per il rinnovo delle rappresentanze sindacali da parte dello Slai Cobas”…”ritengo che il rinnovo dovrebbe essere posticipato di un anno, tempo utile per fare in modo che lo stabilimento ritorni in una normalità di lavoro, che consenta a tutti gli operai di votare serenamente e di avere il tempo giusto per fare la campagna elettorale”… perché…”se le elezioni dovessero avere luogo a luglio, si correrebbe il rischio di un’astensione per protesta”…”o si avrebbe l’elezione di molti rappresentanti sindacali di base”… (dichiarazione che si allega).



“Vero è che dallo scorso anno non si è mai lavorato per due settimane di seguito, né si prospetta ciò per i prossimi mesi”... dichiara lo Slai Cobas… “considerato inoltre che il mandato delle RSU decade a tre anni dal voto (quindi da giugno le rappresentanze sindacali aziendali sono decadute dall’incarico elettivo a tutti gli effetti), nonché la chiusura per ferie in agosto e la strutturalità dei cicli di cassa integrazione che investono lo stabilimento, la decisione a maggioranza presa in commissione elettorale da FIOM-FIM-UILM-FISMIC mira a privare i lavoratori - a tempo indeterminato - delle proprie rappresentanze sindacali in un momento in cui è necessaria una forte rappresentatività sindacale in relazione ai tagli produttivi ed occupazionali prospettati dal piano Marchionne e che investono, tra gli altri stabilimenti, in particolare gli impianti di Pomigliano”.

FIOM-FIM-UILM-FISMIC HANNO PAURA E SEQUESTRANO IL VOTO DEI LAVORATORI A POMIGLIANO NONOSTANTE I GLI ACCORDI CHE GLI DANNO UN ‘APPANNAGGIO’ DEL 33% DEI SEGGI ED UN’ULTERIORE 100% DI DELEGATI-ESPERTI AGGIUNTA INDIPENDENTEMENTE DALLE SCELTE DI VOTO DEI LAVORATORI.



QUESTO SCHIFO DA SINDACALISMO GIALLO DEVE FINIRE:

Venerdì 17 luglio - ore 10.30 - Sala Borsellino - Pomigliano d’Arco
ASSEMBLEA PUBBLICA A DIFESA DELLA
DEMOCRAZIA NEI  LUOGHI DI LAVORO

 

Slai Cobas Fiat Alfa Romeo e terziarizzate - Pomigliano d’Arco

 

 

.


Fiat: a Pomigliano si discute sul rinnovo delle Rsu


(14 giugno) 'La nostra priorita' non e' il rinnovo della rsu, ma l'assegnazione di una nuova missione produttiva, il mantenimento dei posti di lavoro, e la conferma dei 300 apprendistato a tempo indeterminato nello stabilimento di Pomigliano d'Arco'.
 E' quanto sostiene Gerardo Giannone, del Cantiere comunista alla Fiat di Pomigliano d'Arco, chiedendo il rinvio delle elezioni di un anno, a fronte della recente attivazione delle procedure per il rinnovo delle rappresentanze sindacali, da parte dello Slai Cobas. 'Personalmente - aggiunge Giannone - ritengo che il rinnovo dovrebbe essere posticipato di un anno, tempo utile per fare in modo che lo stabilimento ritorni in una normalita' di lavoro, che consenta a tutti gli operai di votare serenamente, e di avere il tempo giusto per fare la campagna elettorale'. Secondo Giannone, se le elezioni dovessero avere luogo entro luglio, si 'correrebbe il rischio di un'astensione per protesta', o si avrebbe l'elezione di molti rappresentanti dei sindacati di base, oppure, infine, si assisterebbe alla rielezione delle attuali rsu. 'Cio' - conclude - comporterebbe un maggiore scontro fra le sigle sindacali e un gioco al rialzo delle lotte per la salvezza di Pomigliano, ma, allo stesso tempo, la Fiat prenderebbe questo voto come segnale di ingovernabilita' del sito e di certo la sua scelta industriale non ricadrebbe sul Gianbattista Vico'.

Rss

© 2008 CUB Confederazione Unitaria di Base - Via dell'Aeroporto n.129 - 00175 ROMA - centralino 06.762821 - fax 06.7628233

Powered by Typo3