Banner Cub
Logo Federazione
22 gen 18
Il sindacato indipendente e di base      
Cartina Italia Cliccabile

LA COOP ABBANDONA L’ABRUZZO: I LAVORATORI COME “SCUDI UMANI”

In allegato il volantino


Nazionale – martedì, 07 luglio 2009

Dove non ha potuto il terremoto, ha potuto la “Responsabilità Sociale” di Coop Centro Italia



In Abruzzo c’è bisogno di tutto e di tutti……………. ma qualcuno mette in atto una Ritirata Strategica, indovinate un po’ di chi si tratta?

 

Ecco i fatti: Il sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente in accordo con la Protezione Civile, requisisce dei terreni per la realizzazione dei moduli abitativi per chi è rimasto senza casa, a causa del terremoto. Su quei terreni doveva sorgere un IPERMERCATO COOP.


Coop Centro Italia risponde chiudendo gli altri 3 supermercati presenti sul territorio e mettendo in  mobilità circa 100 LAVORATRICI e LAVORATORI.



Ecco le Parole di Cialente: “come accaduto con la Transcom, nella fase del terremoto si utilizzano i lavoratori come scudi umani, umiliando persone già duramente colpite dalla tragedia, per esercitare pressioni ora sul Governo centrale, ora - come nel caso Coop - sul Comune, per ricatti nel campo urbanistico. Se è odioso che ciò sia fatto da imprese private, trovo ancora più esecrabile che questo comportamento sia praticato da chi si richiama al movimento cooperativo e che dietro a questi valori sociali, storici e culturali, gode, tra l’altro, di particolari privilegi nel nostro Paese”. “Ancora una volta ribadisco - ha concluso - che è vero che siamo terremotati, ma tutti gli aquilani esigono rispetto e non cedono, nessuno, a cominciare dal sindaco, ad alcun tipo di ricatto”.

Ancora una volta i valori e l’etica vengono svenduti al MERCATO, AL CARRIERISMO, AGLI INTERESSI PARTICOLARI, AL PROFITTO…



La Base dei Lavoratori e dei Soci non si possono rendere complici di questo degrado morale e sociale palesemente in atto nell’universo COOP, che sul suo portale recita “COOP dalla parte delle popolazioni colpite dal sisma in Abruzzo” E invita i soci a versare soldi su di un Conto Corrente Bancario aperto da Legacoop Nazionale e, contemporaneamente, apre le procedure di mobilità per donne e uomini già duramente colpiti da un’immane tragedia.



E’ Palese che l’unica via per uscire dalla crisi economico-sociale è quella di un Mercato Etico e Responsabile, con il pieno rispetto delle regole e delle persone…

 

…Coop da che parte vuole stare?

In Abruzzo c’è bisogno di tutto e di tutti…

Ma qualcuno mette in atto una nuova Ritirata Strategica. Indovinate chi?

 

 

RdB CUB Settore Privato

Rss

© 2008 CUB Confederazione Unitaria di Base - Via dell'Aeroporto n.129 - 00175 ROMA - centralino 06.762821 - fax 06.7628233

Powered by Typo3